Giorni di vigilia per l’A.S.D. Wallers Empoli, che vede correre velocemente il countdown che segna l’ora in cui inizieranno i playoff di serie B 2015. Quest’anno la sede scelta dalla Federazione Tchoukball Italia è Caserta, città che sarà la prima nella storia ad ospitare un evento di tchoukball in una regione del sud Italia. I playoff di serie B di tchoukball, lo ricordiamo, sono la fase finale del campionato cadetto, che prende avvio dopo la regular season e richiama le migliori squadre dei vari gironi nazionali: 8 contendenti ai quarti di finale di sabato 18 aprile, una sola vincitrice dopo le semifinali e la finale di domenica 19. In palio c’è un accesso diretto alla serie A, oppure, per la seconda e la terza classificata, la possibilità di giocare lo spareggio con la penultima e la terzultima classificata della massima serie. Se per l’A.S.D. Wallers Empoli è ormai tradizione partecipare a questo evento (gli White sono alla quarta presenza), quest’anno c’è comunque una grande novità: per la prima volta ci saranno due squadre empolesi a dar battaglia. Anche i Blue Wallers, infatti, hanno avuto accesso ai playoff all’ultimo tuffo. La classifica li lasciava fuori dalle qualificate, ma la rinuncia dei veneti del Julia Carbonassi ha permesso un ripescaggio: non c’è da dire che i Blue non avessero comunque meritato il pass, dato che avevano visto sfumare la qualificazione di un solo punto all’ultima giornata di campionato.

Veniamo quindi agli obiettivi delle due compagini toscane. Per i Blue è un evento inedito (soltanto Margherita Spagli ha già giocato i playoff, quando militava negli White) che inizia con la certezza di non aver niente da perdere, elemento che, si sa, spesso risulta un’arma efficacissima dal punto di vista psicologico. Nelle parole di Giacomo Ignesti, allenatore della squadra, questi due giorni serviranno “a fare tanta esperienza. Entreremo in campo per divertirci e imparare, senza dimenticarci di quanto siamo cresciuti dall’inizio dell’anno e consapevoli che, se abbiamo la giornata giusta, facendo una partita perfetta potremmo raggiungere risultati insperati. Nell’ultimo mese ci siamo sempre allenati con gli White, e questo ha sicuramente permesso di alzare il nostro tasso tecnico”. C’è molta più pressione, invece, sugli White, come emerge dalle parole dell’allenatore Fausto Maglia: “Quest’anno abbiamo gli occhi di tutti puntati addosso: abbiamo dominato il campionato perdendo una sola partita e abbiamo vinto la Coppa Italia superando molte delle squadre che saranno presenti ai playoff, inoltre siamo esperti di questo tipo di manifestazione dato che siamo alla quarta partecipazione e abbiamo sempre migliorato i nostri risultati (settimi nel 2012, quarti nel 2013, terzi nel 2014, N.d.R.). È ovvio che ci si aspetti molto da noi, ed è sicuramente questo il nostro pericolo più grande: la pressione esterna e la condizione psicologica che non può essere al massimo, avendo già ottenuto il pass per i playoff a Gennaio, rendendo di fatto poco importanti le partite giocate in seguito.”  – Gli White arrivano non al massimo della condizione fisica a causa dei problemi fisici di Matteo Cipollini, Francesco Desii (presenza in dubbio) e Alessio Valleggi, senza contare le assenze già certe di Giuseppe Diciolla e Guido Giannini.

A questo punto non ci resta che attendere, facendo il tifo per i tchouker di casa nostra con la speranza che lunedì, nonostante le difficoltà, si possa festeggiare una squadra toscana per la prima volta in serie A.