Fuori dal campo

Published on dicembre 12th, 2013 | by Faustomag

La struttura a piramide

23 settembre 2012: otto amici si ritrovano per costituire un’associazione dedita ad uno sport praticamente sconosciuto. Oltre a loro, altre otto persone prendono parte agli allenamenti e la domanda che lambicca le menti di tutti è: “riusciremo a trovare altre 4 persone per comporre due squadre”?

5 dicembre 2013: si riunisce il consiglio direttivo e si prende atto del fatto che i tesserati sono diventati 37 (senza contare l’Under 14) e che le squadre iscritte alla serie B sono 3. La domanda che da un po’ di tempo ronza in testa a tutti è: come riuscire a mantenere quel clima di goliardica amicizia dei primi tempi, come trasmettere lo spirito del tchoukball, come evitare che l’associazione si trasformi nella classica associazione sportiva con annessa netta distinzione tra dirigenti e tesserati?

È così che il presidente tira fuori dal cilindro la sua proposta, bianconiglio che inizia a dimenarsi e a saltare da una mente all’altra trascinandosi dietro consensi.

Dopo qualche giorno di elaborazione l’ASD Wallers Empoli è felice di presentare il nuovo organigramma societario, una struttura a piramide che (crediamo) per la prima volta in un’associazione sportiva di queste dimensioni tenta di rendere tutti partecipi delle diverse attività condotte. In cima c’è l’associazione, per la quale tutti si impegnano. Poi viene chi ha costruito da zero quel che oggi c’è e scendendo si trovano tutti, ma proprio tutti, quelli che hanno dato una mano, coloro che iniziano a darla fino ad arrivare a chi, speriamo, potrà darla d’ora in poi.

La struttura piramidale è un modo per trovare nuove forze; le vecchie non sufficienti a fronte della crescita. È anche un modo per lanciare nuovi progetti, impossibili contando soltanto sulle risorse del direttivo. È un modo per consegnare a tutti un pezzetto dell’associazione, sperando che ognuno ne abbia cura e infine è un modo per guardare al futuro, buttando l’amo per vedere chi, presto o tardi, potrà accedere a ruoli dirigenziali.

D’ora in poi, quindi, ognuno avrà il suo settore di attività e se ognuno donerà una piccola parte del suo tempo, i risultati non potranno che essere grandi.

L’inquadramento dei tesserati nelle varie attività è stato fatto dal direttivo sulla base delle attitudini e degli interessi mostrati. Niente vieta a chiunque di essere spostato per seguire inclinazioni più favorevoli! Basta scrivere a uno qualsiasi dei componenti del direttivo che, probabilmente, sarà ancora alle prese con il bianconiglio.

Organigramma ASD Wallers Empoli

Tags:


About the Author

Faustomag



Back to Top ↑