La Storia del Tchoukball

Il TCHOUKBALL (si pronuncia ciùkboll) è uno sport di squadra che fu inventato da un medico sportivo svizzero, il Dr Hermann Brandt. Il nome Tchoukball non proviene da nessuna lingua, è infatti un suono onomatopeico e deriva dal rumore che la palla fa durante rimbalzo sulla rete.

Hermann Brand è l'inventore del Tchoukball

L’inventore del Tchoukball: il dottor Hermann Brandt

Il Dr Hermann Brandt nacque il 6 ottobre del 1897 a La Choux-de-Fonds (Svizzera). Si laureò in medicina nel 1924, s’interessò subito alla ginnastica riabilitativa, alla rieducazione fisica e alla medicina sportiva. Nel 1926 ebbe l’occasione di assistere alla prima dimostrazione di pallavolo a Lucerna e la introdusse come momento di gioco alla fine di ciascuna lezione. (ndr La pallavolo fu creata nel 1895 dall’americano William G.Morgan, docente di educazione fisica)

Nel 1928 si fece promotore dello sport a livello universitario. Nel 1929 partecipò allo sviluppo della pallacanestro. Nel 1932 creò il primo centro di Medicina Sportiva in Svizzera, che continuò a dirigere fino all’età di 65 anni. Lavorò nel 1954 al Policlinico Universitario di Ginevra. Nel 1932 creò una nuova scuola per insegnanti di Educazione Fisica (ENEP) e lavorò con 12 giovani studenti per sperimentare l’applicazione dei suoi nuovi metodi.

Dagli studi compiuti nel campo della medicina sportiva e riabilitativa , al Dr Brandt risultò che la maggior parte degl’infortuni sportivi è causata dal contatto fisico e dal contrasto con gli avversari. Poiché constatò personalmente le sofferenze degli atleti infortunati si domandò se fosse possibile inventare un gioco, dinamico e divertente, che non causasse infortuni. Inoltre osservando altri sport ebbe diverse intuizioni, che utilizzò per l’invenzione di un nuovo gioco di squadra. Fu colpito dal principio fondamentale della pelota basca, il rimbalzo. Mentre dalla pallavolo e dal tennis ricavò l’idea che un giocatore libero da interferenze esterne può compiere il proprio miglior gesto tecnico possibile.
Le sue ricerche, derivanti dallo studio critico dei giochi di squadra esistenti, si concretizzarono nell’invenzione del Tchoukball. Man mano che il Dr Brandt procedeva nella stesura delle regole del gioco, sviluppò anche, parallelamente, un codice etico, contenuto nella Carta del Tchoukball.

La Pelota Basca è uno degli sport a cui Brandt si è ispirato per il Tchoukball

Nel 1970 creò, a Cernier, un piccolo gruppo di giocatori per sperimentare il Tchoukball. Nello stesso anno partecipò a Lisbona al “Primo Concorso Letterario Internazionale sulla Teoria dell’Educazione Fisica”, organizzato dalla FIEP* presentando il suo libro: “Studio critico e scientifico sugli sport di squadra”.
Questo lavoro gli permise di vincere il concorso ottenendo il prestigioso premio “Thulin”, in quanto fu ritenuto essere lo studio più innovativo dell’epoca dal punto di vista psicologico, psicopedagogico e sociologico.
Il 18 aprile del 1971 Brandt fondò la Federazione Svizzera di Tchoukball con l’obiettivo di diffondere questo nuovo gioco. In quell’anno, in Svizzera, esistevano solo un club a Ginevra e un gruppo a Cernier.

Il 27 febbraio del 1971 nacque la Federazione Francese di Tchoukball.

Il 5 luglio 1971 venne creata la Federazione Internazionale di Tchoukball con Hermann Brandt presidente. Oltre a diffondere il Tchoukball a livello internazionale, la FITB si pose l’obiettivo di proteggere le regole e di preservare lo spirito originario del gioco, contenuto nella “Carta del Tchoukball”.
Il 31 ottobre del 1971 fu giocato il primo incontro internazionale a Ginevra: Svizzera – Francia (49-53). La stampa svizzera pubblicò diversi articoli ad elogio dell’evento.
Il 15 novembre del 1972 il dott. Hermann Brandt morì a Ginevra al termine di una lunga malattia, quando il Tchoukball era solo all’inizio della sua diffusione.


Back to Top ↑