Campionato fotomargherita-copia

Published on novembre 7th, 2016 | by Giuseppe Diciolla

A Tutto White, con Margherita Spagli!

Le tre squadre dei Wallers sono state completamente rivoluzionate, così come gli allenatori: Federico Menichetti per i Red Wallers, Simone Mazzolini per i Blue Wallers e Margherita Spagli per gli White Wallers.
Ecco una breve intervista a al coach Margherita:

Gli allenamenti sono appena iniziati e vi trovate per la prima volta a ricoprire questo importante ruolo (escludendo le esperienze nell’under14). Quali sono le vostre prime impressioni? Vi sentite all’altezza della situazione?
Le mie prime impressioni sono alquanto positive. Non credevo di trovare un gruppo così affiatato, con tanta voglia di fare. Mi seguono, prestano molta attenzione e hanno visivamente voglia di imparare e migliorarsi. Cosa altro potrebbe volere un allenatore? C’è ancora molto da lavorare, ma mi ritengo all’altezza del ruolo che mi è stato dato proprio grazie a loro, perché vedo che il mio modo di lavorare è ben apprezzato e li sprona molto a correggersi e ad apprendere cose nuove.

La squadra che allenate è appena nata e proprio per questo motivo è possibile che tutti gli elementi non si siano ancora amalgamati tra loro. Che cosa mi dite a riguardo?
Come ho detto prima, sono molto affiatati. Nonostante la squadra abbia un nucleo molto legato, proveniente dai Blue dell’anno scorso, gli altri innesti si son ben uniti a loro e tutto può incrementarsi maggiormente con gli allenamenti e le giornate che ci aspettano per questa stagione, ma la partenza è assolutamente positiva! Siamo un passo avanti, perché hanno tutti la stessa determinazione di completarsi, sia a livello umano che di tecnica di gioco! Hanno ben capito cosa voglia dire “lavoro di squadra” e per l’obiettivo di cui tutti son convinti, le difficoltà saranno presto superate.

Sicuramente una domanda che vi sarete posti, e avrete posto ai vostri ragazzi, è questa: qual è l’obiettivo che vi piacerebbe raggiungere e per il quale state già lavorando?
Io sono stata chiara ad inizio anno. Inizialmente ho esposto l’obiettivo societario comune a tutte e tre le squadre, e poi ho dichiarato principalmente il mio: fare in modo che ognuno di loro giochi al massimo delle proprie capacità e da lì il risultato verrà da sé. Ho trovato una bella risposta da parte della squadra che coincide con la semplice voglia di vincere. Non sempre “dare il massimo” implica una vittoria, ma implica sicuramente l’uscire da quel campo senza alcun rimpianto, uniti, con già la voglia di ripartire indipendentemente da ogni risultato. E questo secondo me è tutto ciò che conta.

Ormai manca poco alla prima trasferta e quindi alla prima partita in assoluta per le nuove squadre, con ragazzi che ancora non hanno mai gareggiato assieme. Un’ottima occasione per farsi un’idea delle nuove squadre!

Cosa vi aspettate dalla vostra squadra?
Mi aspetto tanto impegno, rispetto e determinazione. Come ho già detto loro, io li voglio vedere squadra dentro e fuori dal campo ogni qual volta indossino la tuta societaria tutti insieme. Mi aspetto tutto ciò che mi stanno già dando e anche di più, perché come tutti sanno, non si smette mai di imparare e si può sempre far meglio di prima. “L’autosfida” è il concetto base per spingere chiunque a pretendere sempre di più da se stessi e dalla propria concezione di gioco: mi aspetto che non perdano mai la voglia di migliorarsi, sempre.

Credete che sarà già possibile mettere in atto la formazione studiata durante gli allenamenti?
Sì, assolutamente sì. C’è sempre da affinarla e da incrementare certe cose, ma con il torneo precampionato di Serie B a Solaro di questa domenica passata (nonostante non ci fosse la squadra al completo), ho avuto modo di provare molte combinazioni con la dimostrazione che son pronti a portarla in campo alla prima di campionato del 13 novembre.

Grazie per l’intervista e a presto!

@Irene Martelli

Tags: , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑